Prontofoods, storica società con sede a Montichiari, che già ha in seno numerosi marchi a cominciare da Ristora, ha acquisito il 100% della Crastan di Pontedera.

L’accordo tra due delle più importanti aziende attive nel settore alimentare italiano porta alla nascita di un gruppo che vale  170 milioni di Euro.

L’obiettivo dell’intesa siglata dal colosso monteclarense Prontofoods e della storica azienda toscana Crastan è proprio di:  “unire le forze per competere in maniera più capillare e abbattere i costi produttivi” come afferma Luciano Pensate, presidente della società bresciana.

Prontofoods Spa – leader nella produzione di preparati istantanei e bevande solubili e già detentrice dei marchi Ristora, Idrolitina e Meraviglia – ha acquisito il 100% dell’azienda di Pontedera, che vanta ben 140 anni di attività. In cambio la famiglia toscana che gestisce la Crastan ha ottenuto una partecipazione di minoranza del gruppo bresciano.

“L’operazione permetterà di garantire lo sviluppo occupazionale e industriale, mantenendo le due imprese in mani italiane”, comunica il Cda della società toscana, specializzata nella produzione di surrogati del caffè, in particolare orzo e cereali solubili. Il fatturato della Crastan è passato dai 24,4 milioni di euro del 2005 ai 42 milioni del 2018.

Il gruppo Prontofoods ha chiuso il 2018 con ricavi di oltre 131,2 milioni di euro, quasi 3 milioni in più rispetto all’anno precedente. L’azienda ha due stabilimenti a Montichiari e un terzo a Sant’Olcese, in provincia di Genova, oltre alla sede di Brescia. Prontofoods occupa più di 200 dipendenti. Le vendite all’estero sono cresciute in media del 10%: circa il 23% del fatturato è realizzato al di là del territorio italiano.

Fonte: Brescia Today