Si è svolta venerdì 27 giugno la cerimonia di consegna del “Premio Attrattività Finanziaria 2020”, il riconoscimento dedicato alle imprese, quotate e non quotate, che presentano caratteristiche di eccellenza in termini di trasparenza, governance e capacità di attrarre risparmio privato per la crescita.

Il Premio tra le quotate è andato a Campari Group. In continuità con la struttura varata nel corso delle precedenti edizioni, anche per il 2020 il “Premio Attrattività Finanziaria” ha previsto, accanto ai vincitori, menzioni speciali per ognuna delle due categorie: DiaSorin e IMA S.p.a. per il gruppo quotate e a Caffè Borbone e Bending Spoons e per il gruppo non quotate.

Massimo Renda – presidente esecutivo di Caffè Borbone – così commenta la menzione. “Sono fiero di questo risultato, frutto di tanto impegno.  Un riconoscimento che premia la nostra costante volontà di portare l’azienda sempre ai massimi livelli. Credo che questo esito sia anche una conseguenza del recente ingresso in azienda di Italmobiliare S.p.a. che ha iniettato un valore aggiunto all’impresa”.

Il premio, istituito nel 2018, fa parte del programma Eccellenze d’Impresapromosso da GEA-Consulenti di DirezioneHarvard Business Review Italia Arca Fondi SGR, con il patrocinio di Borsa Italiana, per la celebrazione del valore e delle eccellenze della piccola media impresa italiana.

La Giuria del Premio era composta da Federico GhizzoniGiovanna Della PostaRaffaele JerusalmiEmma MarcegagliaCorrado Passera Marco Fortis.

“Le “leve dell’eccellenza  hanno supportato la crescita industriale negli anni e favoriscono oggi una particolare resilienza all’emergenza Covid. Queste leve sono solo italiane, specifiche quindi del nostro ecosistema, e rappresentano una condizione di adattabilità unica al mondo”, ha commentato Luigi ConsiglioPresidente di GEA-Consulenti di Direzione.

“Dobbiamo aiutare i risparmiatori italiani ad investire, mediante i fondi PIR ed il fondo pensione, una quota dei loro investimenti nelle Eccellenze Italiane per sostenerne lo sviluppo e la crescita sui mercati internazionali”, ha aggiunto Ugo Loser, Amministratore Delegato di Arca Fondi SGR.