Il China International Vending Machines&Self-Service Facilities (VMF) – programmato dal 4 al 6 marzo 2020 e poi rinviato a data da destinarsi per colpa del Coronavirus – alla fine si farà. Ad annunciarlo è l’organizzazione della manifestazione che ha reso note le nuove date: dal 10 al 12 maggio presso il “China Import and Export Fair Complex” di Ghuangzou. In una nota ufficiale si spiega che “la sicurezza dei visitatori è la nostra massima priorità. Il virus è stato controllato a livello nazionale, con una riduzione giornaliera di nuovi casi. Faremo tutto il possibile per preparare la fiera e garantirle un altro anno di successo. Crediamo che, grazie gli sforzi della Cina e della comunità internazionale, presto vinceremo la battaglia contro questa malattia”.

Ghuangzou è situata nel Sud della Cina, a quasi 1.000 chilometri dalla città di Wuhan dove ha avuto origine il Coronavirus.

L’edizione 2019 del VMF aveva registrato un’importante crescita del numero di visitatori, +36% sul 2018, nonché del numero di espositori, +52,6% a (458 in tutto). I visitatori internazionali erano stati circa 2.000, con un incremento del 141,5%.