Pubblichiamo su questo numero di VM le iniziative benefiche delle aziende del nostro settore per contrastare l’effetto Coronavirus

 

BRUSCO B. “RICARICA” I VOLONTARI DI ACQUI TERME

La torrefazione Brusco B. di Bistagno (Alessandria), assieme alla consociata Brus Service, ha garantito, durante questo lungo periodo di emergenza sanitaria, il rifornimento quotidiano di caffè per i volontari della Protezione Civile di Acqui Terme, operatori sanitari del triage, volontari della Croce Rossa che sanificano i mezzi e operatori e sanitari delle ambulanze.

Il Caffè Scrivano ha rappresentato, quindi, un servizio di ristoro indispensabile e molto gradito per chi ha pochissimi momenti di pausa durante giornate intense di lavoro.

 

MARATONA SOLIDALE DI MONDELEZ

Mondelez Intenational ha varato un piano di interventi da 15 milioni di dollari in denaro e prodotti a sostegno delle comunità impegnate a fornire sicurezza, protezione e assistenza alle persone che ne hanno più bisogno a causa dell’emergenza sanitaria COVID-19.

Anche in Italia l’azienda è scesa in campo con tutti i suoi dipendenti e i suoi marchi destinando fondi per ospedali, personale medico e socio-sanitario e assistenza alle categorie più fragili.

Nel nostro Paese l’azienda impiega oltre 900 persone distribuite negli uffici di Milano, negli stabilimenti produttivi di Caramagna Piemonte (CN) e Capriata d’Orba (AL) e nelle varie reti commerciali. La generosità dei dipendenti ha permesso, attraverso la donazione di ore di salario e il raddoppio fatto dall’azienda, di raccogliere fondi che sono stati devoluti a favore dell’ospedale “Sacco” di Milano, dell’ospedale “SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo” di Alessandria tramite la Fondazione “Uspidalet” e all’ospedale di Cuneo tramite la Fondazione Azienda Ospedaliera “S. Croce e Carle”.

Nell’ottica di dare un sostegno alle famiglie più bisognose, Mondelez International continua a essere al fianco di Banco Alimentare, Pane Quotidiano e Music For Peace, attraverso la donazione di alimenti e prodotti da destinare a chi non riesce a far fronte all’acquisto della spesa alimentare.

Inoltre, in occasione della Pasqua, l’azienda ha scelto le colombe solidali della Fondazione “Francesca Rava” che quest’anno in parte sono state donate agli ospedali “San Carlo Borromeo” e “San Paolo” di Milano per regalare un momento di conforto ai medici e agli infermieri che lavorano per questa emergenza. La Fondazione “Francesca Rava” ha devoluto la raccolta fondi dei doni solidali pasquali, come le colombe, al supporto di diversi ospedali italiani per il potenziamento delle terapie intensive.

Infine, anche attraverso due dei suoi marchi più importanti l’azienda supporterà le strutture ospedaliere dei territori in cui è presente. Con Oreo è stata raddoppiata la cifra donata da Chiara Ferragni Collection – derivante dal 100% dei proventi relativi alle capsule collection Oreo by Chiara Ferragni – a favore del Cesvi per garantire assistenza domiciliare alla popolazione anziana e per rafforzare la terapia intensiva dell’ospedale “Papa Giovanni XXIII” di Bergamo.

Anche Fattorie Osella, presente da 150 anni a Caramagna Piemonte, ha voluto sostenere, tramite la Fondazione Azienda Ospedaliera “S.Croce e Carle”, l’ospedale di Cuneo nella lotta al Covid-19. L’azienda ha deciso di contribuire all’acquisto di macchinari e dispositivi di protezione per il personale medico e socio-sanitario della struttura.

 

IL CAFFÈ COVIM PER LA “NAVE OSPEDALE” DI GENOVA

È stata consegnata alla Regione Liguria, a Genova, la “nave ospedale” che la compagnia di navigazione GNV (Grandi Navi Veloci) ha approntato per il sistema sanitario regionale, trasformando la M/n Splendid in una struttura attrezzata per fornire assistenza ai pazienti affetti da COVID-19 e alle persone in fase di dimissione ospedaliera, tenute a trascorrere un periodo in strutture controllate prima di rientrare nelle proprie abitazioni.

La compagnia del Gruppo MSC ha iniziato a lavorare al progetto insieme alla società Rina sin dal manifestarsi dell’emergenza, in stretto coordinamento con il Sistema Sanitario Regionale e con la Protezione Civile, per definire una soluzione implementabile in brevissimo tempo. GNV ha sostenuto, insieme ad alcuni partner, gli investimenti di trasformazione e di allestimento della nave. Con l’obiettivo di rispondere tempestivamente all’emergenza sanitaria e di consentire, nel frattempo, la valutazione di soluzioni alternative, la nave è stata messa nella disponibilità della Regione Liguria al valore simbolico di 1 Euro fino al termine del periodo di emergenza dichiarato dal Governo.

L’iniziativa ha riscontrato l’immediata adesione di numerosi partner, che hanno reso gratuitamente usufruibili i loro prodotti e servizi per dotare la nave di tutti i requisiti necessari. Tra le aziende coinvolte c’è la torrefazione genovese Covim, che ha messo a disposizione i suoi pregiati caffè a tutto il personale sanitario e navale della struttura.

 

MOKADOR AIUTA LE FAMIGLIE DI FAENZA

In queste settimane di emergenza per l’Italia, Mokador ha voluto dare un suo contributo a sostegno delle famiglie. Raccogliendo l’appello del Comune di Faenza, la torrefazione ha fatto una donazione destinata alla solidarietà alimentare, che si trasformerà in buoni spesa che i cittadini in gravi difficoltà economiche potranno richiedere nelle modalità indicate sul sito del Comune.

“Da sempre legati al territorio nel quale Mokador lavora da oltre 50 anni, abbiamo sentito il dovere di aderire immediatamente all’iniziativa del Comune e di fare la nostra parte per supportare chi, in questo difficile momento, si sta trovando, suo malgrado, in condizioni di fragilità – spiega la proprietà in una nota –. Uniti supereremo questa fase della nostra vita di comunità; il nostro spirito e la nostra determinazione ci sosterranno per ripartire, senza lasciare indietro nessuno, proprio come in una famiglia. Speriamo che questo piccolo gesto possa costituire un sostegno concreto ai più provati dagli eventi connessi alla pandemia in atto”.

 

MACINATO IN REGALO DA BORBONE PER GLI INDIGENTI

Dopo la donazione di 100mila Euro all’Ospedale Loreto Mare (Napoli) e il piano di sostegno a favore dei suoi dipendenti, Caffè Borbone ha elargito 5.500 scatole di macinato fresco “Miscela Nobile” da 250gr col marchio “Resta a Casa” a favore delle associazioni di beneficenza, le quali distribuiranno il cadeaux alle famiglie partenopee che in questo momento hanno bisogno di sostegno.

Le associazioni napoletane coinvolte nella ricezione e distribuzione delle scatole “Resta a Casa” sono: l’associazione di promozione sociale “Gli Amici di Peterpan”, l’oratorio “Rogazionisti Karol Aps” e la Comunità di Sant’Egidio. Inoltre, tramite il Comune di Napoli, 2.000 scatole saranno recapitate alla Mostra d’Oltremare dove è stato istituito un punto di raccolta per accogliere medicinali e generi alimentari che saranno donati a chi ne ha bisogno. In ultimo, contribuirà alla distribuzione anche il consorzio “CSA ASI” che tutela il tessuto industriale di Caivano, già impegnato con successo nella campagna “Le Aziende fanno squadra, doniamo”.

 

SERIM, LAVAZZA E VICOOK PER BERGAMO

Un territorio dimostra la propria forza e coesione nei momenti di difficoltà. Questa è la storia dell’Ospedale da Campo di Bergamo, sorto al posto dei padiglioni del polo fieristico della città orobica in soli 10 giorni grazie all’impegno di Alpini, Emergency, volontari e imprenditori che hanno contributo per reagire all’emergenza COVID-19.

Serim si è unita a questa “squadra” e insieme a Lavazza affianca, con i propri distributori automatici, il progetto della società di ristorazione ViCook, volto a creare un ristoro d’eccezione, pensato appositamente per sostenere e ringraziare medici, infermieri e personale sanitario che ogni giorno si trovano in prima linea.

“Rispondiamo a questo momento di difficoltà con la nostra più grande passione: donare del tempo – spiega il titolare di Serim, Bruno Mazzoleni – . Ma nell’emergenza ogni situazione si trasforma in reazione, così insieme ad Accademia dello Sport per la Solidarietà abbiamo contribuito all’arrivo di un serbatoio di ossigeno necessario per le cure dei pazienti presso l’Ospedale da Campo”.

 

KIMBO: CONTRIBUTO ECONOMICO PER I DIPENDENTI

Kimbo ha deciso di riconoscere un premio, pari a 200 Euro al mese, a tutti i dipendenti che, in questo periodo difficile legato all’emergenza Covid-19, stanno prestando la propria opera presso il sito industriale e logistico della società, garantendo l’attività industriale senza soluzione di continuità. L’incremento salariale sarà riconosciuto dal mese di marzo sino a quando non cesserà l’emergenza e sarà parametrata all’effettiva presenza garantita da ciascun dipendente.

Inoltre, alla cessazione delle restrizioni, Kimbo corrisponderà agli stessi lavoratori un bonus di 300 Euro al raggiungimento di condivisi obiettivi aziendali.

Tale iniziativa si aggiunge alle altre poste in essere da Kimbo per la tutela della salute e della sicurezza dei dipendenti e dei propri stakeholders: smart working per tutto il personale non coinvolto nel processo industriale, investimenti effettuati per garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti, disponibilità di dispositivi di protezione individuale e sanificazioni degli ambienti di lavoro.

Nei confronti della comunità e del territorio Kimbo sta, inoltre, studiando un progetto solidale “ad hoc”, che possa essere di supporto alle esigenze sanitarie e sociali locali.

 

KIMBO ACQUISTA UN IMPIANTO PER LA TERAPIA INTENSIVA

Kimbo ha deciso di effettuare una donazione di carattere sanitario indirizzata all’Azienda Ospedaliera dei “Colli-Ospedale Domenico Cotugno” di Napoli per supportare la struttura nella cura dei pazienti affetti da Covid-19. Sulla base delle reali necessità espresse dall’ospedale partenopeo, Kimbo fornirà un impianto di telemetria: una strumentazione che consente il monitoraggio costante di 50 pazienti in terapia sub-intensiva, verificando costantemente alcuni parametri come ECG (elettrocardiogramma) e SpO2 (saturazione di ossigeno).

L’ospedale “Cotugno” è una struttura a indirizzo infettivologico ed epatologico, con grande esperienza sul fronte delle emergenze sanitarie. Una eccellenza nel territorio e in tutta Italia, dove si è registrato un tasso di contagio del personale sanitario prossimo allo zero grazie a percorsi organizzativi applicati in maniera rigorosa e a dispositivi di protezione all’avanguardia.

 

SANPELLEGRINO PER SONDRIO

Levissima, brand del Gruppo Sanpellegrino, presente e attivo in Valtellina, ha donato all’ATS della Montagna (Agenzia di Tutela della Salute) e all’ASST Valtellina e Alto Lario (Azienda Socio-Sanitaria Territoriale) un contributo – con il vincolo di investirlo in provincia di Sondrio – del valore di 200.000 Euro.

ATS della Montagna destinerà 100.000 Euro a supporto delle attività sanitarie e socio-sanitarie del suo territorio di competenza, soprattutto in Alta Valtellina, con particolare riferimento ai comuni di Valdisotto, Valdidentro, Bormio, Sondalo, Livigno e Valfurva.

ASST Valtellina e Alto Lario investiranno, invece, i 100.000 Euro per il “Morelli” di Sondalo che, oltre a essere il presidio ospedaliero di riferimento per l’Alta Valle e per il Covid-19 dell’intera provincia, si occupa del trattamento ospedaliero intensivo e sub-intensivo e, come è noto, si sta dotando di posti letto di degenza di sorveglianza per gestire la fase successiva all’emergenza, prendendosi cura dei pazienti che hanno superato la fase acuta ma che sono ancora contagiosi e necessitano, quindi, di rimanere in isolamento.

Levissima garantirà, inoltre, la fornitura di acqua ai pazienti e al personale di queste strutture e alla popolazione più fragile dell’Alta Valle.

 

FERRERO PREMIA I DIPENDENTI

Ferrero premia gli operai e i dipendenti della rete vendita e della logistica che hanno assicurato la loro opera tra il 16 marzo e il 24 aprile in piena emergenza Coronavirus.

La multinazionale di Alba (Cuneo) verserà a ciascuno 750 Euro lordi, parametrati a seconda dell’effettiva presenza nei giorni dell’epidemia. La decisione rientra nell’ambito delle misure organizzative adottate dall’azienda cuneese. Attivato, inoltre, lo smart working fino a data da destinarsi per tutto il personale non direttamente coinvolto in attività produttive e di vendita, facendolo usufruire delle ferie tutti i venerdì fino al 17 aprile incluso.

Ferrero ha ridotto del 50% la forza lavoro sulle linee nello stabilimento di Alba, facendo usufruire per 50% delle ferie e per 50% di permessi retribuiti fino al 17 aprile. Per il personale che continua a lavorare, ha attivato tutte le misure di sicurezza previste dalle disposizioni governative e altre, specifiche, in aggiunta, tra cui il controllo della temperatura in entrata con termoscanner e la messa a disposizione di mascherine per tutti i dipendenti.

 

OVDAMATIC PER BRESCIA

In prima linea nell’emergenza Coronavirus, garantendo un servizio di prima necessità presso ospedali, aziende sanitarie e poliambulanza di Brescia e provincia – una delle aree più martoriate dal Covid-19 – l’impresa di gestione Ovdamatic ha aderito all’iniziativa #aiutiAMObrescia con la donazione di un ventilatore B-pap.

 

EBAY OFFRE NEGOZIO GRATUITO PER 12 MESI

L’emergenza Coronavirus e la quarantena forzata hanno portato a una crescita considerevole dell’e-commerce. L’alimentare è, sulla base delle analisi dell’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano, il settore che ha registrato la crescita maggiore, seguito dai parafarmaci e dai prodotti per l’igiene della persona.

Per aiutare le imprese, EBAY, in collaborazione con Confcommercio, mette a disposizione la propria piattaforma a condizioni estremamente vantaggiose: 12 mesi gratuiti per il “Negozio Base” o 6 per il “Negozio Premium” e zero commissioni sul venduto fino a giugno. Vedi: https://cloud.forbusiness.ebay.com/it-iscriviti-ebay-confcommercio.

Un “negozio virtuale” può rappresentare un’opportunità per gestire le scorte di magazzino e testare un nuovo canale distributivo in questo momento di chiusura di molte locazioni del Vending (scuole, università, centri di aggregazione, imprese).

Sempre in relazione all’e-commerce, Confida, in collaborazione con The Vortex, ha realizzato un breve video corso su “Vendere su Amazon o attraverso Amazon” che gli associati possono seguire gratuitamente inserendo le credenziali del sito in questa pagina: https://www.confida.com/vimeo-video/vendere-su-amazon-o-attraverso-amazon/

 

SANT’ANNA: BONUS AI LAVORATORI

Il Gruppo Sant’Anna Fonti Vinadio comunica di aver predisposto un premio per tutti i dipendenti pari al 30% della retribuzione mensile riparametrata alle giornate di lavoro svolte. Una decisione, questa, volta a riconoscere in maniera tangibile, come ha commentato il dott. Alberto Bertone, “la gratitudine per coloro che ogni giorno continuano a svolgere il proprio compito” e che esprime la volontà di trasmettere un profondo senso di unità e fiducia in una prossima ripresa delle normali abitudini di vita.

 

BARILLA: UNA CAMPAGNA PER RINGRAZIARE I DIPENDENTI

Il Gruppo Barilla ha ringraziato pubblicamente i propri dipendenti con un messaggio apparso sui principali quotidiani. “Siamo fieri di voi”: questo l’annuncio firmato dai fratelli Guido, Luca e Paolo Barilla accanto ai nomi di tutti i 2.700 dipendenti del Gruppo che continuano ad assicurare la propria presenza negli stabilimenti produttivi, garantendo le attività produttive.

La pandemia Covid-19 ha posto il gruppo Barilla davanti all’enorme responsabilità di permettere l’approvvigionamento alla Grande Distribuzione Organizzata – ha scritto in una nota l’azienda di Parma – . Un impegno rispettato grazie alla dedizione delle “persone Barilla” a cui, anche con questo gesto pubblico e allo stesso tempo personale, l’azienda intende esprimere il proprio riconoscimento”.

In un momento di così grave emergenza Barilla ha risposto velocemente e con efficienza all’improvviso balzo della domanda da parte dei consumatori, assicurando che non si creasse alcuna interruzione della catena di rifornimento.

 

LAVAZZA PER IL PIEMONTE

Il Gruppo Lavazza interviene a supporto dell’emergenza sanitaria, stanziando 10 milioni di Euro per progetti di sostegno a sanità, scuola e fasce deboli del Piemonte. Lo comunica il gruppo in una nota, spiegando che di questi 10 milioni, 6 milioni saranno destinati alla Regione Piemonte, rispondendo all’iniziativa di raccolta fondi “Iocisono” organizzata a suo favore per l’acquisto di quanto necessario a sostenere le strutture sanitarie e tutto il personale fortemente impegnato in prima linea ad affrontare questa grave situazione.

Tra le iniziative promosse da Lavazza, anche la donazione di 100 tablet per i pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture dell’Asl To3.

 

SUZOHAPP SOSTIENE MPAC HEALTHCARE

SUZOHAPP è intervenuta a sostegno del personale sanitario attivo in prima linea nell’emergenza COVID-19, donando una fornitura di oltre 6.000 mascherine a MPAC Healthcare, un’organizzazione di Chicago che fornisce assistenza primaria e servizi sanitari all’interno di case di cura qualificate.

SUZOHAPP ha deciso di regalare le mascherine in dotazione al suo team del reparto produttivo. Le mascherine protettive sono utilizzate nelle fasi di assemblaggio, quando si entra in contatto con sostanze chimiche. “È per noi prioritario sostenere chi lotta quotidianamente in difesa della salute della popolazione più debole e a rischio – dichiara Francois Profit, Vice President Automated Services. – . Abbiamo pertanto deciso di donare i nostri dispositivi di protezione agli operatori sanitari di MPAC Healthcare che, a causa delle scarse forniture, si trovano spesso costretti a riutilizzare vecchie mascherine”.