Evoca Group presenta Orchestra, la nuova serie “impulse” del marchio Necta.

La prima cosa che colpisce della serie Orchestra è l’eleganza del design: sul cabinet in metallo nero spicca l’area interfaccia in alluminio anodizzato con cornice diamantata. Il nuovo modello Orchestra ospita un ampio display grafico a colori e una tastiera numerica capacitiva, mentre Orchestra Touch propone uno schermo tattile e intuitivo attraverso il quale è possibile, non solo selezionare il prodotto desiderato ma anche consultare informazioni nutrizionali, promozioni e vedere video e spot.

Sempre in termini visivi, si nota a colpo d’occhio quella che è la principale novità introdotta da Orchestra: la trasparenza dei vassoi che, insieme all’interno bianco della cella, conferisce alla vetrina un’altissima luminosità (+60% lux rispetto alla gamma Samba).

I vassoi sono la componente dove si concentrano le principali innovazioni tecnologiche della nuova serie Orchestra, tutte finalizzate a garantire un incremento delle vendite all’operatore e più scelta per l’utente.

Il nuovo vassoio VisioShop e il sistema di sgancio/aggancio rapido Vertical Flex System garantiscono un’estrema flessibilità di configurazione. Il nuovo vassoio presenta una modularità che, in poche e semplici mosse, può passare da 8 a 10 selezioni singole – o da 4 a 5 selezioni doppie – arrivando a ospitare fino a 38 prodotti snack in più a vassoio. Inoltre, la facilità di posizionamento dei vassoi all’interno della cella e la loro robustezza consentono di prevenire qualsiasi deformazione anche in caso di carico pesante e prolungato, con il massimo peso supportato che può raggiunge i 53 Kg.

Necta ha prestato particolare attenzione anche al fattore ambientale presentando interessanti novità. La serie Orchestra, infatti, offre massimi livelli di efficienza energetica, grazie a una serie di componenti che garantiscono consumi ridotti fino al 56% rispetto ai modelli precedenti.

Le eccellenti performance di compressore ed evaporatore compatti e l’isolamento tramite schiumatura del cabinet consentono di ridurre il tempo di ripristino della temperatura (pull down) all’interno della cella di circa il 30%.