L’azienda partenopea, con le sue macchine a cialda Frog e Didì, ha reiventato il concetto di caffè monoporzionato, unendo design, sostenibilità e qualità del prodotto erogato. Nell’anno del ventennale, +60% di ricavi rispetto al 2020. Pronto l’assalto al Nord Italia. A Host 2021 per stupire il mercato

 

Quando si parla di macchine per il caffè espresso a cialde, il pensiero non può che andare alla Didiesse S.r.l, azienda di produzione nata a Napoli nel 2001, attualmente gestita da due soci: Fulvio Di Santo, che ricopre anche il ruolo di direttore commerciale, e Massimo Renda, fondatore del brand Caffè Borbone. Dell’amministrazione si occupa, invece, Ciro Perrella, altra figura storica della Didiesse.

L’azienda partenopea, che quest’anno ha festeggiato i suoi 20 di vita, ha esordito muovendo i primi passi nei settori del Vending e dell’OCS, affermandosi nell’area Nielsen 4, che va dalla Campania alla Sicilia, e ottenendo sin da subito ottimi risultati commerciali. Successi da attribuire a intuizioni vincenti, a prodotti di ottima qualità, a un’attenzione sempre vigile nei confronti delle tendenze di mercato e, soprattutto, alle esigenze dei consumatori. Un mix che ha consentito alla Didiesse di poter proporre un sistema valido e veloce per ottenere anche a casa e in ufficio un caffè espresso di altissima qualità, presentando nel 2006 la Frog, macchina che ha rivoluzionato il concetto di design e segnato il cambio di rotta aziendale.

Macchina da caffè espresso Frog

 

Oggi, a 16 anni dal suo esordio, la coloratissima Frog rappresenta ancora il cavallo di battaglia di Didiesse, nonché uno dei prodotti più amati dai coffe lover d’Italia, potendo contare su qualità, praticità e sicurezza. Dal suo esordio, tanti prodotti si sono avvicendati fino al 2019, anno che ha segnato un altro momento cruciale per l’azienda napoletana grazie alla nascita della macchina da caffè espresso Didì, vessillo della vision ecosostenibile del brand, che sottolinea la vocazione “green” di Didiesse. Non a caso, vanta l’utilissima modalità “stand by” che permette a Didì di registrare tra i più bassi consumi energetici della categoria.

Macchina da caffè espresso Didì

 

Per il settore Ho.Re.Ca., invece, Didiesse ha dato forma a una gamma di macchine professionali, come il fiore all’occhiello Twin, destinata a hotel, ristoranti e bar. Moderna e tecnologicamente avanzata, vanta due gruppi caffè e una lancia vapore per scaldare e fare cappuccini per-fetti.

Ogni particolare delle macchine Didiesse è progettato e realizzato per assicurare la massima resistenza e maneggevolezza e una manutenzione ad hoc. E a renderle ancora più speciali, la garanzia che si tratti di prodotti 100% Made in Italy, grazie a partner principalmente campani (al 70%), altra volontà dell’azienda che ama collaborare con chi ha nel DNA la cultura dell’espresso, uno dei principali simboli della cultura partenopea.

Qualità certificata e sostenibile

Oggi, il quartier generale della Didiesse continua a essere all’interno del Consorzio ASI di Pascarola a Caivano, alle porte di Napoli. Ad ospitarla un nuovo edificio costituito da ben 2.200 mq coperti, che rappresenta una svolta epocale per l’azienda, avvenuta in concomitanza col raggiungimento del ventesimo anno d’età e coincisa anche con un restyling generale.

Una ventata di novità che è coincisa con l’avvio dell’utilizzo di un packaging FSC, marchio internazionale che garantisce la provenienza dei cartoni usati da foreste e filiere responsabili, sottoposte a rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. Una scelta che conferma l’orientamento eco-sostenibile di Didiesse, che fin dagli albori si è posta come obiettivo quello di diminuire l’uso di materiali dannosi per l’ambiente. Non a caso, le macchine da caffè espresso Didiesse sono nate per essere compatibili esclusivamente con la cialda, il sistema più “green” nel mondo del caffè, grazie alla biodegradabilità del filtro carta che lo rende idoneo al compostaggio. Allo stesso tempo, le cialde consentono di preparare e servire nel modo più semplice e veloce un espresso a regola d’arte come quello del bar, garantendo la freschezza del caffè e lasciando inalterato aroma e profumo.

Tra le altre certificazioni di cui può fregiarsi Didiesse ricordiamo l’ISO 9001, che riguarda i sistemi di gestione della qualità sul luogo di lavoro, la marcatura CE, ovvero la Conformità Europea per i prodotti, e MOCA, relativa a materiali e oggetti che entrano in contatto con gli alimenti.

Didiesse è, inoltre, tra le poche aziende in Italia che può vantare il marchio di sicurezza e la certificazione CCC specifica per la distribuzione di beni nel mercato cinese, ottenuta di recente superando in modo ineccepibile tutte le prove d’idoneità.

Didiesse “campione” di fatturato

Per questi e per tanti altri motivi, Didiesse vive un momento di forte crescita. Il primo semestre del 2021 si è chiuso, infatti, positivamente, col raggiungimento di numeri da record e un incremento di fatturato del 60% rispetto al 2020.Un risultato in linea con il trend degli ultimi anni – spiega Fulvio Di Santo che vede sempre più consumatori convertirsi al monoporzionato. Una tendenza accentuata durante l’emergenza Covid e da attribuire alla notevole riduzione del consumo fuori casa e all’esigenza di godersi, anche tra le mura domestiche, dei caffè eccellenti per aroma e gusto. Tra i nostri prossimi obiettivi c’è quello di portare al Nord la cultura della cialda, al momento radicata soprattutto nel Sud Italia, oltre a far comprendere un po’ a tutti le peculiarità di questo prodotto che è poi quello che più si avvicina all’espresso del bar e che vanta un plus innegabile anche sotto l’aspetto della sostenibilità. A parte il mercato nazionale, Didiesse ha intenzione di intensificare il processo d’internazionalizzazione del marchio”.

Alle tante soddisfazioni di quest’anno va ad aggiungersi il “Quality Award 2021”, premio molto rinomato perché assegnato dai consumatori, con 300 “giudici” che hanno scelto le macchine espresso a cialde Didiesse in blind, ossia senza essere stati influenzati dalla marca.

Didiesse a Host 2021

Dal 22 al 26 ottobre, Fiera Milano ospiterà Host 2021, 42esima edizione del salone dedicato al mondo della ristorazione e dell’accoglienza. Tra i protagonisti della fiera, che celebra la ripartenza del settore Ho.Re.Ca., spicca Didiesse, che proporrà a buyer e addetti ai lavori tutti i suoi prodotti all’interno dell’ampio stand D23/E22 collocato nel cuore del padiglione 13. Una buona occasione per far conoscere meglio le origini, l’evoluzione e i cult del brand.

Tradizione, eco-sostenibilità e design i punti di forza della torrefazione partenopea, che al grande evento consacrato all’ospitalità professionale presenterà i propri highlight. Tra questi: la vivace Frog Revolution, dal design divertente, declinata in 16 colori, in grado di adattarsi a ogni ambiente. Una macchina bella e pratica, funzionante con cialde Ese da 44 mm, disponibile anche nelle versioni Vapor, per fare degli ottimi cappuccini. E poi, ancora, la Frog Collection in limited edition, che prevede 500 pezzi dalla texture unica e accattivante, e la Twin, macchina da caffè professionale, moderna e tecnologicamente avanzata, pensata proprio per il settore Ho.Re.Ca. e ideale per b&b, ristoranti, pizzerie e pub.

In fiera, l’azienda proporrà, inoltre, alcuni esemplari di Didì, multicolor con finitura lucida o opaca, prodotta da Didiesse in esclusiva per Caffè Borbone.