Oltre 5 miliardi e 400 milioni di fatturato, di cui circa 3 miliardi e 600 milioni grazie all’export, per un settore che dà lavoro a 23 mila persone. Sono solo alcuni dei numeri, elaborati da ANIMA-Assofoodtec, l’associazione di categoria che rappresenta il mondo delle tecnologie ed attrezzature per prodotti alimentari in Italia. Ma si tratta di un macro-settore, diversificato in molti comparti, che gioca un ruolo chiave nell’industria di molti Paesi. Secondo l’analisi di Export Planning su dati del Sistema Informativo Ulisse, nel 2018 il mercato mondiale del food equipment vale 54,8 miliardi di euro. Ed è integrato da un altro settore in grande ascesa negli scambi internazionali quale il contract – arredo e complementi – che, come dimostra uno studio di HTF Market Intelligence, solo nei mercati avanzati raggiunge un fatturato di oltre 15 miliardi di dollari che diventeranno più di 22 entro il 2022. È l’universo dei prodotti e servizi per l’ospitalità professionale che va in scena a HostMilano, a Fiera Milano (Rho) da venerdì 18 a martedì 22 ottobre prossimi.

La manifestazione è il punto di riferimento a livello globale per ciò che significa ‘fare’ innovazione e anticipare tendenze per il mondo dell’Ho.Re.Ca.. È proprio il focus sull’innovazione che rende unica HostMilano nel panorama delle manifestazioni di settore: è qui che le aziende presentano in anteprima – e spesso in esclusiva – le vere novità, quelle caratterizzate dalla tecnologia più avanzata.

In questo contesto, il numero di espositori ai nastri di partenza della fiera è in crescita del 3,8% rispetto al 2017 a quota 2.249, di cui 1.360 italiani e 889 internazionali da 55 Paesi. Tra questi, numerosi quelli che presentano incrementi: grande soddisfazione viene infatti dall’altro grande esportatore europeo del settore con l’Italia, la Germania, che incrementa del 7% la propria presenza; crescita a doppia cifra anche per Stati Uniti (+20%), anche grazie alla conferma del prestigioso endorsement da parte dello US Commercial Service, il servizio del commercio estero dello US Department of Commerce, rilasciato a un numero ristretto di manifestazioni internazionali che dimostrano di promuovere concretamente l’interscambio con gli USA. Crescita a doppia anche per Paesi quali Belgio (+20%), Grecia (+23%) o Regno Unito (+12%). In termini assoluti, i 10 mercati top in prima fila sono Germania, Spagna, Francia, USA, Turchia, Regno Unito, Paesi Bassi, Grecia, Svizzera e Portogallo. Tra le new entry spiccano invece Albania, Argentina, Colombia, Lettonia e Libano.

Per quanto riguarda le merceologie – la manifestazione è organizzata in macro-aree, proprio per consentire la contaminazione e la sinergia tra filiere affini – si segnala il settore Bakery/Pizza/Pasta dove, rispetto alla precedente edizione, il numero di espositori è cresciuto di circa un quinto (+19%) mentre nel complesso la macro-area che lo vede abbinato alla Ristorazione Professionale incrementa dell’8%. Aumentano sempre dell’8% rispetto al 2017 le aziende presenti anche nella macro-area Gelato/Pastry con Bar/Macchine caffè/Caffè-Tea/Vending.

Nell’insieme, la Ristorazione Professionale, insieme a Bakery/Pizza/Pasta, sarà l’ambito più rappresentato (43,8% del totale aziende), seguito da Bar/Macchine caffè/Caffè-Tea/Vending (37,6%) e dall’Arredo/Tavola (18,6%), quest’ultimo sempre più rappresentativo per il life-style alto di gamma. 

Grazie alla collaborazione con ICE Agenzia, inoltre, arriveranno a Milano oltre 1.500 hosted buyer, provenienti da 80 Paesi (principalmente da USA, Canada, Medio Oriente, UAE, Cina e Russia), con l’80% di turnover, e un mix tipologico sempre più completo e più di 100 giornalisti internazionali accreditati.

Completa il taglio global della manifestazione il progetto BeMyHost: in totale, saranno 20 gli Host Ambassador – tutti influencer internazionali e italiani, ciascuno seguito da migliaia di follower – chiamati a catturare le ultime tendenze in fatto di hospitality, in giro per il mondo e nei giorni della manifestazione, per poi rilanciarle sui loro canali social.

Ma il ruolo di HostMilano come polo mondiale dell’innovazione, della tecnologia e del lifestyle passa anche da un calendario di eventi mai così ricco: oltre 500 appuntamenti di ogni tipo che promettono di accontentare i palati più esigenti, tra campionati nazionali e internazionali, show-cooking, esibizioni di pasticceri e bar tender, a cui si aggiungeranno momenti di approfondimento sui temi caldi dell’ospitalità del domani.

 

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili su: www.host.fieramilano.it, @HostMilano, #Host2019