Cerca
Close this search box.

We You premiata per il suo impegno ambientale

Dopo aver fatto risparmiare, nel corso del 2023, ben 178 tonnellate di CO2 non immesse in atmosfera grazie all’utilizzo, presso i propri distributori automatici, dei bicchieri ecologici Hybrid, We You S.r.l. si appresta a compiere un ulteriore passo in avanti nel rendere ancor più sostenibile la propria attività. Dal mese di aprile negli oltre 5mila distributori installati tra Lombardia, Trentino Alto-Adige e Veneto saranno utilizzati, infatti, i bicchieri R-Hybrid realizzati in polistirolo fatto con materiale riciclato da post-consumo. Un contributo ecologico importante, considerato che lo scorso anno We You ha veicolato 33 milioni di bicchieri.

“Si tratta di una evoluzione chespiegano i referenti dell’area commerciale di We Youapre la strada al riutilizzo del polistirolo rigido nei contenitori per alimenti, garantendo il mantenimento del suo valore originale. Questa cambio di passo ci consente di offrire ai nostri clienti un prodotto che permette un efficiente riutilizzo delle risorse e un conseguente minor uso di materia prima vergine”.

Proprio in questi giorni, nella sede della società a Lavis (TN), è arrivata la comunicazione da parte di Flo Group che attesta l’ambizioso traguardo raggiunto nel corso del 2023 da We You nelle sue diverse sedi: 178 tonnellate di CO2 in meno prodotte, equivalenti alle emissioni rilasciate da un’auto a benzina dopo aver percorso quasi 600 mila km o a 178 tragitti in volo da Francoforte a New York.

A questa significativa riduzione si aggiunge quella ottenuta da WeYou, sempre nel 2023, partecipando attivamente al Brita Recycling Program come certificato dal Gruppo leader nel campo dell’ottimizzazione dell’acqua. Grazie ad un refill rate del 100%, l’azienda ha contribuito, rendendo tutte le cartucce esauste, a ridurre di ulteriori 7 quintali le emissioni di CO2.  

“Certo non sarà We You, da sola, a cambiare il mondo, ma noi nutriamo la speranza che anche la nostra piccola goccia possa essere utile a costruire un futuro più pulito” conclude Giorgia Scattolin, Responsabile Area Sostenibilità.

ARTICOLI DELLO STESSO NUMERO
Questo contenuto è riservato agli abbonati.