Cerca
Close this search box.

La tensione nel Mar Rosso rende più “amaro” il caffè

La crisi nel Canale di Suez ha fatto impennare i costi di trasporto della merce, limitando gli approvvigionamenti della materia prima presso i porti europei. Per i torrefattori sarà inevitabile ritoccare i listini al Vending

 

L’inizio di 2024 è stato caratterizzato da crescenti tensioni nel Mar Rosso, conseguenza della guerra in atto tra Israele e Hamas. Tali tensioni hanno e continueranno ad avere pesantissime ripercussioni sui costi di trasporto del caffè, in particolare per le varietà in arrivo da Vietnam, Indonesia ed India e, a questo proposito, i dati forniti dal World Container Index indicano una “clamorosa” impennata del costo di trasporto dei containers che, allo stato attuale, risulta mediamente superiore al 60%, anche se, come vedremo in seguito, alcuni operatori di settore intervistati da Vending Magazine hanno evidenziato addirittura aumenti più sostanziosi.

Questo contenuto è riservato agli abbonati. Effettua il login.
ARTICOLI DELLO STESSO NUMERO
Questo contenuto è riservato agli abbonati.